Regolamento

image 800

 

PROGETTO “FESTA DEL RIUSO”

GRUPPO  RIUSO RETE SOCIAL STREET BOLOGNA

Lo scopo principale  della  “Festa del Riuso” è di contrastare la cultura dell' usa e getta e sottrarre il maggior numero possibile di oggetti al ciclo dei rifiuti, riscoprendone il loro valore. Salvare un oggetto dalla tradizionale filiera dei rifiuti significa offrirgli una nuova vita, promuovendo al tempo stesso uno scambio virtuoso che combatte lo spreco.

Senza l’alternativa del riuso, offerta anche dai mercatini di prossimità rivolti agli abitanti del quartiere, oggetti e indumenti  finirebbero più facilmente nel ciclo dei rifiuti e andrebbero così ad aumentare le quantità da gestire. Non ha senso disfarsi di qualcosa che invece può ancora essere utile a qualcun altro.

Il mercatino della “Festa del Riuso” non ha una frequenza regolare perché viene realizzato in base alle disponibilità degli spazi e dei volontari. Si possono conoscere in anticipo date e luoghi degli appuntamenti cittadini sulla pagina web   www.festadelriuso.it

Il mercatino contribuirà anche a vivacizzare il tessuto sociale del territorio, creando un occasione di incontro e socializzazione per i suoi abitanti.  Si va al mercatino per molti motivi: per cercare qualcosa di particolare,  per risparmiare, per passare alcune ore a scoprire oggetti, storie  e persone , cercando, nel riutilizzo di cose utili, un modo per aiutare il nostro mondo a risparmiare energia e risorse preziose. 

Infine si ha la possibilità, sbarazzandosi di cose che non utilizziamo, di recuperare qualche euro dagli oggetti usati che si cedono.  Pur essendo introiti modesti e occasionali possono essere sempre utili.

La manifestazione della “Festa del Riuso” dal punto di vista legislativo segue la  delibera della Regione Emilia-Romagna del 10.2.2014 che, intendendo valorizzare a fini ecologici il mercato dell’usato, ha escluso dalla normativa in materia di commercio le attività di cessione e di scambio di oggetti usati fra privati, altrimenti destinati alla dismissione o allo smaltimento.

REGOLAMENTO FESTA DEL RIUSO

La partecipazione al mercatino, su prenotazione, è aperta a tutti, secondo le modalità previste dal Regolamento.

Le iscrizioni sono aperte, salvo disponbilità di spazi, fino a tre giorni prima dell’evento. Le domande di partecipazione vanno inviate all’indirizzo di posta elettronica:  festadelriuso@gmail.com

Gli spazi saranno assegnati la mattina della manifestazione. Ogni partecipante  avrà a disposizione un’area assegnata, nella quale potrà posizionare gli oggetti da scambiare ed offrire.       

Art. 1

Partecipazione: La partecipazione al Mercatino in qualità di espositori è riservata esclusivamente ai privati cittadini e prioritariamente, ai residenti del quartiere sede del mercatino, che vendono oggetti propri, usati, altrimenti destinati alla dismissione o allo smaltimento. Le opere di riciclo creativo sono ammesse purchè non prioritarie rispetto al resto degli oggetti.

Art. 2

Esclusioni: Sono esclusi dalla partecipazione i soggetti che non possiedono i requisiti sopra citati e che espongono alla vendita o allo scambio oggetti di antiquariato, preziosi, oggetti pericolosi, prodotti alimentari, piante ed animali. Libri, dischi e video devono essere in regola con le norme del copyright e dei diritti d’autore.

Art. 3

Adesione: L'adesione alla manifestazione deve essere presentata da un solo componente per nucleo familiare,  tramite l’apposito modulo di richiesta di partecipazione, nei modi e nei tempi in esso stabiliti o secondo altre indicazioni relative alle edizioni della manifestazione.

Art. 4

Oggetto: Nell'area della manifestazione è consentita l'esposizione dei beni di esclusiva proprietà del richiedente; le cose esposte devono essere usate, possibilmente trasportabili a mano e, naturalmente in buone condizioni, pulite e commercialmente prive di valore o di valore esiguo.

Il materiale dovrà essere funzionante, pulito e in buono stato. Possono essere scambiati beni di varia natura, quali: libri, oggetti di arredamento, stoviglie, vasi, mobili, biciclette, giocattoli, piccoli elettrodomestici e casalinghi, abiti, biancheria per la casa, coperte, utensili per il fai da te, ed ogni altro oggetto che si ritiene degno di “nuova vita”.

Art. 5

Posteggi: Lo spazio massimo assegnabile ad ogni partecipante è di 2 mq (2mx1m). L'assegnatario non potrà dare in uso il suo posteggio ad altri, a nessun titolo, neppure parzialmente o temporaneamente.

Art. 6

Assegnazione e uso dei posteggi: L'assegnazione dei posteggi viene effettuata dagli organizzatori, a loro insindacabile giudizio, in base all'ordine di presentazione delle domande dopo la pubblicazione dell’evento sulle pagine web e  FaceBook. Nelle eventuali edizioni successive, le presenze maturate non costituiranno motivo di priorità e non daranno alcun diritto di scelta del posteggio.

Art. 7

Modalità di vendita: All’interno della manifestazione è ammessa, oltre alla donazione e allo scambio dei prodotti, la vendita, purché i prezzi praticati siano molto contenuti e proporzionati al valore originario del prodotto, al suo stato d'uso e di conservazione. E’ fatto obbligo di esporre in modo chiaro i prezzi di vendita dei singoli oggetti o dell’indicazione dell'oggetto o del servizio con il quale siamo disposti a scambiarlo. Quando sono esposti insieme prodotti identici o simili dello stesso valore economico, è ammesso l'uso di un solo cartellino dei prezzi.

Art. 8

Allestimento: Ogni espositore dovrà provvedere autonomamente a portare appendiabiti, tavolini, teli o tappeti su cui esporre gli oggetti che non dovranno occupare uno spazio superiore a quello previsto dall'art. 5.
Nel caso di assegnazione gratuita di un tavolo, dopo averne verificata prima la disponibilità dal centro ospitante, si dovrà provvedere almeno 30 minuti prima dell’inizio della manifestazione a spostarlo dal suo deposito alla postazione del mercatino (distanza di 20 mt circa) e al termine della manifestazione a riportarlo nel deposito.
Non c’è limite al numero massimo di pezzi che si possono esporre. Ogni espositore dovrà provvedere autonomamente all’allestimento dello spazio e alla ripulitura dell’area assegnata.
Pulizia dell'area: L'area assegnata dovrà essere riconsegnata, priva di materiali e di ogni rifiuto della attività di scambio-riuso e in perfetto ordine. Il mancato rispetto costituirà motivo ostativo alla partecipazione ad eventuali successive manifestazioni.

Art. 9

Orari: L'accesso alla manifestazione per scaricare e predisporre l'esposizione è consentito dalle ore 16:00. Apertura al pubblico: dalle ore 17.30 alle ore 24:00. Smontaggio attrezzature e pulizia spazio concesso: dalle ore 23:30 alle ore 24:00.

Art. 10

Divieti: Durante l'orario di apertura al pubblico non sono ammessi veicoli e trasporti all’interno dell'area.

E' fatto, inoltre, divieto di:

usare strumenti sonori ovvero diffusori o amplificatori di voci o musica;

- esporre per la vendita/scambio animali vivi, armi e/o materiali esplodenti e/o combustibili, alimenti e bevande, oggetti di antiquariato, preziosi, piante.

- introdurre, pubblicizzare e esporre articoli non attinenti alla manifestazione,

- accantonare materiale al di fuori dell'area assegnata in modo da occultare gli espositori vicini, danneggiare o imbrattare le pavimentazioni o le facciate degli edifici.

Art. 11

Sopraggiunti impedimenti: In caso di imprevista impossibilità a partecipare all'evento, il richiedente è tenuto a dame comunicazione agli organizzatori almeno 24 ore prima dell’inizio della manifestazione, pena l'esclusione dalla partecipazione all'eventuale edizione successiva. La comunicazione deve essere inviata via mail a festadelriuso@gmail.com

Art. 12

Responsabilità: Ogni partecipante è responsabile individualmente per i danni eventualmente procurati a cose e persone sollevando gli organizzatori da qualsiasi responsabilità.

Art. 13

Quota di partecipazione: La manifestazione viene organizzata a titolo gratuito per gli espositori e i visitatori.

Agli assegnatari potrà essere richiesto il pagamento del suolo pubblico o dello spazio privato qualora lo stesso venisse concesso a titolo oneroso.

Agli assegnatari potrà essere anche richiesta una erogazione liberale (max 10 €) per sostenere le attività di comunicazione del sito web della Festa del Riuso.

Art. 14

Eventi speciali

In alcune edizioni della Festa del Riuso potranno essere organizzati eventi speciali con vendite/scambi a tema o anche laboratori creativi (ad esempio laboratori di riparazione  e riciclo creativo) con l’obiettivo di sensibilizzare i partecipanti sulle diverse pratiche virtuose per il recupero di oggetti e materiale di scarto.